blog

Il metodo Deepfake fa rivivere la Gioconda di Leonardo

gioconda-metodo-deepfake

L’universo high tech e l’Intelligenza Artificiale si sono fusi per unire le idee attuali alla bellezza delle opere d’arte. I ricercatori di Samsung grazie a questa combinazione hanno proposto un sistema, chiamato metodo Deepfake, che è in grado di dare espressione alle immagini.

Il metodo Deepfake, partendo dal singolo fotogramma del volto di una persona, è in grado di produrre un movimento realistico grazie a dei punti di riferimento. Questi punti, applicati al dipinto, riprodurranno esattamente delle espressioni visive.

I ricercatori Samsung, progettato il metodo Deepfake, hanno sviluppato una banca dati con più di 7 mila immagini. Successivamente hanno insegnato all’AI a distinguete i vari movimenti del volto differenziandoli da quelli prodotti dagli occhi, dalla bocca, dal naso.

Grazie a questo database l’Intelligenza Artificiale riesce a distinguere che a determinati azioni si accompagnano determinati tipi di movimenti. Ad esempio, al movimento della bocca corrisponderà l’apertura e la chiusura delle labbra.

In sostanza con pochi dati a disposizione, ossia una singola foto del volto, possono essere generate con notevole facilità espressioni facciali.

Le opere d’arte e il metodo Deepfake

Il metodo Deepfake è stato applicato anche al dipinto della Gioconda di Leonardo da Vinci, protagonista assoluta di questa rivoluzione. I ricercatori hanno realizzato un video in cui il famoso dipinto di Leonardo parla e produce espressioni facciali.

Questa particolare tecnica funziona solamente sulla parte superiore del busto, infatti al momento non è ancora possibile far muovere le dita o il busto della Gioconda.

I ricercatori però non si sono fermati al solo dipinto di Leonardo, ma hanno anche animato personaggi come Marilyn Monroe e Albert Einstein che improvvisamente hanno preso vita muovendosi e parlando.

Lo sviluppo di questa tecnologia sicuramente avrà applicazioni positive in vari campi, dai videogiochi alle videoconferenze.

Grazie al metodo Deepfake e all’Intelligenza Artificiale, che fa sempre più parte della nostra vita, Samsung ci ha permesso di scoprire un mondo in cui è possibile osservare i nostri dipinti preferiti prendere vita.

Written by Magister